Emanuele Artom

Emanuele Artom

Emanuele Artom

Emanuele Artom, nasce ad Aosta il 23 giugno 1915. Si laurea in Lettere ed insegna presso la scuola ebraica. Dopo l’armistizio entra nella Resistenza ed è stato attivo, come membro del Partito d’Azione, in una brigata garibaldina operante presso Barge, in Val Pellice. Caduto vittima di un rastrellamento nel 1944, è stato orrendamente torturato. Il suo cadavere non è stato mai ritrovato. Ci ha lasciato i suoi Diari, in cui ci sono molte riflessioni sull’ebraismo, sulle letture che questo giovane intellettuale andava facendo, sulle attività della Biblioteca. Nella seconda parte dei Diari invece Artom si sofferma sull’esperienza partigiana, particolarmente dolorosa per una persona delicata e sensibile come era lui.

Il ricordo di Bianca: "Mi girai a salutarti con la mano. Eri fermo su un dosso, la giacca a vento chiara sui pantaloni alla zuava. Rispondesti salutando anche tu con la mano. Era domenica, nei giorni precedenti si era combattuto a Perosa Argentina e dintorni. Era in corso una sorta di tregua, ma tutti sapevamo che non poteva durare".








INSMLI

Mostra multimediale interattiva
Torino • 27 Gennaio | 20 Marzo 2010
Fossoli • 25 Aprile | 11 Luglio 2010
5-20 Settembre 2010
Roma • 12 Ottobre | 27 Novembre 2010