La deportazione: Fossoli

Primo Levi, Luciana Nissim e Vanda Maestro si dichiarano ebrei e dopo un mese trascorso nella caserma di Aosta vengono trasferiti a Fossoli. Fossoli presso Carpi di Modena era il più grande campo di transito italiano. Da qui sono partiti 6 convogli con direzione Auschwitz. Tuttavia almeno nel periodo che vi sono rinchiusi Primo, Luciana e Vanda le condizioni di vita sono sopportabili e le famiglie possono restare unite. Qui Luciana Primo e Vanda restano un mese e a loro si unisce Franco Sacerdoti, un ragazzo ebreo napoletano che si era trasferito a Torino e che era stato arrestato in Val di Lanzo. I quattro costituiscono un quartetto indivisibile: quando viene loro detto che l’indomani avrebbero dovuto partire per “ignota destinazione” stavano cucinandosi degli spaghetti. Fossoli rappresenta nell’universo concentazionario l’inizio di un imbuto che ha al fondo Auschwitz.










INSMLI

Mostra multimediale interattiva
Torino • 27 Gennaio | 20 Marzo 2010
Fossoli • 25 Aprile | 11 Luglio 2010
5-20 Settembre 2010
Roma • 12 Ottobre | 27 Novembre 2010